giovedì 23 aprile 2009

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA

Eccomi dinuovo qui a parlarvi del Nido.
E' molto importante conoscere il tipo di programmazione che gli educatori competenti, di cui ne ho parlato nel primo post, effettuano all'interno del Nido.
Con la programmazione educativa l'educatore prepara un progetto globale, con la programmazione didattica invece l'educatore indica obiettivi finali più specifici che riguardano sopratutto i criteri di apprendimento del bambino.
La programmazione educativa viene preparata all'inizio di ogni anno e tiene conto degli aspetti più generali del Nido, si stabiliscono i criteri generali di lavoro, l'organizzazione degli spazi, il materiale che dovrà essere comprato o rinnovato, gli incontri e gli scambi con i genitori, le attività da svolgere, il comportamento degli educatori...



Partendo dalla programmazione educativa, si passa poi a quella didattica dove si decidono i criteri e gli obiettivi più specifici relativi a ogni singolo bambino.
E' molto importantedare creare nel bambino la possibilità di arrivare alla conoscenza delle cose e alla conquista di certe abilità, attraverso una stimolazione senso-percettiva continua.
Vengono effetuate attività di diverso tipo:
- attività guidate, stimolando il bambino a fare cose precedentemente programmate;
- attività coordinate, promuovendo rapporti di scambio tra bambini e bambini;
- attività libere, che sono momenti in cui i bambini giocano, fanno esperienza.
La verifica, nel senso di di "osservazione controllata", rappresenta il momento finale e conclusivo di ogni programmazione.
La programmazione educativa deve essere rivista durante l'anno: subito dopo gli inserimenti dei bambini, verso febbraio-marzo e poi alla fine di giugno-luglio.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento